Benvenuti sulla pagina delle novità!

Qui vi teniamo aggiornati sul progetto, vi diamo preziosi consigli sulla cura del suolo e pubblichiamo regolarmente fatti interessanti sui vari argomenti correlati al suolo, ai suoi organismi e alla ricerca.


Buona divertimento durante la lettura!

In genere il suolo non fa notizia. Troppo noioso e poco interessante. Soprattutto non nel bel mezzo della crisi del Coronavirus, quando i temi ambientali sono banditi indistintamente dai giornali e dai telegiornali serali.

Uno degli obiettivi del progetto «Il test mutande» è quello di fare opera di sensibilizzazione sulla salute del suolo. Ecco perché ci teniamo a spiegarvi un paio di misure molto efficaci.

Dans notre projet de science citoyenne «La preuve par le slip», nous mesurons l'activité du sol grâce au taux de décomposition des slips en coton.

Il 23 giugno si è tenuto l’evento ufficiale dedicato al dissotterramento delle mutande. Purtroppo, a causa del COVID-19, non abbiamo potuto organizzarvi una festa, ma hanno partecipato all’evento solo i media. Dopo l’estate speriamo di rifarci e di festeggiare il progetto anche insieme a voi.

Una cosa è certa: grazie a voi, 2000 paia di mutande più o meno smangiucchiate sono in viaggio verso i nostri laboratori, dove le analizzeremo per continuare il progetto.

L’evento prevedeva anche il vernissage del libro «Der Dschungel im Boden» (la giungla sotterranea). Nell’intervista, il co-autore Atlant Bieri ci racconta perché lo pseudoscorpione è il suo animale preferito.

Un libro sul suolo non è un po’ noioso?

Lo sarebbe stato se avessimo scritto pagine e pagine sulla composizione chimica, sulle dimensioni delle particelle e sul contenuto di calcare. Ma nel nostro libro ci siamo dilungati il meno possibile su questi aspetti del suolo e ci siamo invece concentrati sulle innumerevoli creature fantastiche che popolano il mondo sotterraneo.

Un esempio?

Un importante animale che vive nel sottosuolo è l’onisco. Qualsiasi bambino che gioca con i sassi lo conosce. Ma quasi nessuno sa quali sono le sue bizzarre particolarità. Per esempio, il fatto che espelle la sua urina puzzolentissima sotto forma di gas attraverso il suo carapace. Chiunque abbia per un po’ questo animale in un terrario se ne accorge subito.

Qual è il tuo animale sotterraneo preferito?

Lo pseudoscorpione, ovviamente. È pure finito sulla copertina del libro. È lungo solo pochi millimetri ma, se visto al microscopio, si rivela un agile e temibile cacciatore. I suoi due artigli sono ricoperti di peli sensoriali, capaci d’individuare anche le correnti d’aria più impercettibili. Uno strumento di guida infallibile per individuare le prede. Di certo preferirei non incontrarlo durante una passeggiata sottoterra.

Qui puoi vedere il video dello pseudo scorpione

Come avete fatto a disegnare le illustrazioni?

Io e mia moglie abbiamo setacciato gli animali della nostra compostiera. Ci sono tantissimi animaletti e si riescono a individuare rapidamente vermi, onischi, collemboli e pseudoscorpioni. Abbiamo messo gli animali all’interno di scatole di plastica e li abbiamo posizionati nelle piastre di Petri sotto il microscopio in modo da poterli disegnare. Per ogni animale abbiamo anche fatto molte foto e filmati che poi ci hanno ispirato nella realizzazione delle immagini. Siamo partiti da un bozzetto a matita, poi abbiamo creato le illustrazioni e infine le abbiamo rifinite con gli acquerelli e in parte con le matite colorate.

Scopri di più sul libro qui

Il libro è edito da Werd&Weber e può essere acquistato direttamente da noi al prezzo speciale di 20 franchi. Invia un’e-mail con il tuo indirizzo postale, il numero di copie desiderato e la lingua a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Concorso

utti coloro che si sono registrati per partecipare al progetto «Il test mutande» potranno vincere una delle 20 copie autografate del libro «Der Dschungel unter dem Boden» (la giungla sotterranea). Basta rispondere alla domanda seguente:

qual è il gruppo di organismi sotterranei che presenta la maggiore ricchezza di specie?

Inviaci la tua risposta con il tuo indirizzo postale e la lingua (de/fr) desiderato in Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Le prime venti risposte corrette riceveranno il libro per posta.

Dopo l’evento ufficiale di dissotterramento, ora stiamo raccogliendo i frutti – o meglio le mutande – del vostro lavoro.

L’agricoltura può produrre verdura, pane, olio, carne, latte, formaggio e molti altri alimenti con l’aiuto del nostro suolo. Ogni volta che raccogliamo un cespo d’insalata o mungiamo una vacca, la nostra terra ha lavorato duramente per permettercelo. A lungo andare, questo può mettere sotto pressione il terreno, che può addirittura ridursi in niente a causa dall’erosione, soprattutto in agricoltura.